App per escursionismo ? Prima proviamo l’affidabilità del nostro smartphone

Da quando il  sistema operativo Android ha dilagato non si contano le applicazioni dedicate alla cartografia on line e più precisamente al Geomapping, ovvero la possibilità di avere sotto mano le mappe di parti di territorio in dettagli prima impossibili, con le varie soluzioni di tracking, mapping e percorsi con punti di  interesse e di incroci. Ciò è possibile dal fatto che il nostro smartphone possiede uno strumento a dir poco rilevante: il GPS.

Non mi addentro in questa tecnologia ma basti sapere che un buon telefono possiede un sistema che capta le trasmissioni inviate da satelliti geostazionari adibiti allo scopo di fornire informazioni sulla posizione nella terra in quel dato punto dove è posizionato il ricevitore, ovvero il nostro telefonino. Ovviamente la precisione dipende proprio dalla affidabilità dello smartphone, quindi prima di utilizzare una App per fare escursionismo occorre verificare la precisione del GPS installato.

Ecco come fare:

Attivare la rete dati nel telefono quindi:

1-attivare nel telefono l’opzione “posizione” e se è possibile settare la “precisione elevata”.

2-portarsi all’aperto o al balcone e aprire una app di mappe o navigazione ad esempio Maps di Google

3-attendere un paio di minuti fermi sul posto, affinché i satelliti siano ben ricevuti dal telefonino e cliccare nell’icona “riposizionamento” che è una sorta di mirino (vedi foto sotto)

Quindi verifichiamo che il punto indicato nella mappa col punto blu è esattamente la nostra posizione. Regolatevi che per avere un buon risultato soprattutto in montagna dove i sentieri nel bosco sono piccoli, e molte volte poco visibili, non possiamo permetterci un errore di massimo 6/10 metri !

Oggi i telefonini di nuova generazione sono molto precisi, ma questo dipende anche dalla visibilità del satellite. Una giornata nuvolosa, nebbiosa o coperta farà regredire la ricezione e quindi potrebbe apportare significative differenze tra il percorso reale e quello indicato dall’App., in questo caso Maps di Google.

Inoltre c’è da considerare che quasi sempre in montagna o vicino al mare la rete dati non è sempre disponibile  e stabile !

Infatti per l’escursionismo Maps di Google NON E’ ADATTO perché non indica le tracce di carrarecce, sterrate, sentieri, in quanto l’applicazione di google è più indicata agli aspetti commerciali per spostamenti su strade ben definite, come le autostrade, le strade provinciali, le comunali, le urbane e a volte le interpoderali, ma non va oltre.  Appena inizia un sentiero forestale o una carrareccia Maps di Google si ferma !

E allora ? Allora a questo scopo sono state sviluppate, da programmatori e appassionati, delle specifiche applicazioni dedicate esclusivamente alla navigazione outdoor ad uso di escursionisti,  ciclisti, runners e amanti della vita e sport all’aria aperta.

Vi sono tantissime App,  alcune, testate anche dal sottoscritto, molto, fin troppo, complicate, altre che sembrano affidabili perché usate da molti ma che per alcune funzioni richiedono un pagamento e altre invece che sono una buona alternativa tra il classico apparato GPS dedicato a questo scopo, come i GARMIN, e la mappa visuale di Maps però con ampi dettagli cartografici, bussola e descrizioni dell’ambiente circostante.

un tipico apparato GPS professionale esclusivamente dedicato alla navigazione outdoor

Quella che alla fine ho scelto come supporto (ma non alternativo al GPS professionale vero e proprio) è LOCUS MAP FREE.

Basta scaricarla dal sito Play Store all’indirizzo: https://play.google.com/store/apps/details?id=menion.android.locus 

I più smanettoni possono già provare, per chi ha bisogno invece di ulteriori informazioni ecco il mio tutorial video >> Locus Map Free: ottima App per tracciare i sentieri escursionistici

Ultima considerazione  ma essenziale da fare è ovviamente sulla tenuta del cellulare, e quindi… se cade si rompe, si scarica la batteria, si guasta improvvisamente, si blocca… insomma, occorre sempre valutare se affidarsi alla tecnologia o meno.

Comunque sia valgono le regole generali delle uscite in montagna: mai da soli, una mappa cartacea sempre nello zaino e un telefonino di emergenza spento e carico !

Comunque potete sempre contattarmi cliccando qui

 

 

Permanent link to this article: https://www.sicilyhiking.it/tecnica/app-per-escursionismo-prima-proviamo-laffidabilita-del-nostro-smartphone/